IN CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Il Cielo di Maggio 2024

Cielo del mese In evidenza

Il Cielo di Maggio 2024

Condividi
Costellazione dell'Aquario e Saturno il 5 maggio

IL SOLE

Durante mese di maggio, la durata del dì è in media di 13 ore.

Il Sole si trova nella costellazione dell’Ariete fino al 13 maggio; il 14 maggio entrerà nella costellazione del Toro.

Soho maggio 2024 (29/04/2024)
L’immagine del Sole riportata sopra è presa direttamente dal sito del progetto SOHO (ESA & NASA), che ha l’obiettivo di farci vedere il Sole in tempo reale. L’immagine di cui sopra ritrae il Sole il 29 aprile, ma per consultare in tempo reale la “diretta live” del Sole, sarà sufficiente cliccare sull’immagine.
  • 1 maggio: il Sole sorge alle 6:08; tramonta alle 20:11*;
  • 15 maggio: il Sole sorge alle 5:51; tramonta alle 20:26*;
  • 31 maggio: il Sole sorge alle 5:39; tramonta alle 20:41*;

LA LUNA

*I tempi a fianco di ogni fase sono espressi in Tempo Universale (TU) + 2. Questo perché in astronomia, il Tempo Universale è molto vicino al  tempo medio locale alla longitudine 0°, cioè al primo meridiano che passa per l’osservatorio di Greenwich. Per calcolare il tempo al nostro meridiano (che è appunto +1), bsterà aggiungere 1 al TU durante l’ora solare, e + 2 durante l’ora legale.
(L’ora legale entrerà in vigore il 31 marzo 2024, e terminerà il 27 ottobre 2024).

EVENTI MAGGIO 2024

5 maggio: Marte in congiunzione con la Luna

Per i più mattinieri, verso le 4:30 del 5 maggio, Marte sorgerà accanto ad un sottile falcetto di luna calante. Per osservare il Pianeta Rosso sarà necessario scegliere un punto d’osservazione il più possibile libero da ostacoli all’orizzonte, e sperare in cieli sereni. La Luna e Marte sorgeranno ad Est.

Congiunzione Marte-Luna del 5 maggio
Marte in congiunzione con un finissimo falcetto di Luna calante il 5 maggio, ad Est. [Immagine presa da Stellarium Web]

5-6 maggio: sciame meteorico delle Eta-Aquaridi

Dopo la pioggia delle Liridi di aprile, a maggio è il turno delle Eta-Aquaridi.

Questo sciame meteorico è il risultato dei residui lasciati dalla coda di una delle comete più famose: la cometa di Halley (nome ufficiale 1P/Halley).

Per osservarle, oltre ad avere cieli sereni, e possibilmente poco inquinati, sarà necessario puntare lo sguardo su una sezione precisa di cielo, indicativamente tra Est e Sud-Est, in direzione della costellazione dell’Aquario.

Costellazione dell'Aquario e Saturno il 5 maggio
Osservando verso Est la mattina del 5 maggio sarà possibile individuare la costellazione dell’Aquario (vicino a Saturno).
Sarà questa la porzione di cielo da tenere d’occhio per provare ad avvistare qualche stella cadente. [Immagine presa da Stellarium Web]

24 maggio: Luna in congiunzione con Antares

Proprio a ridosso della Luna piena, sarà possibile osservare il nostro satellite naturale molto vicino ad Antares, la stella più luminosa della costellazione dello Scorpione, nonché una delle più luminose del cielo notturno. Questa può essere un’ottima occasione per poter individuare la costellazione dello Scorpione (visibile in parte nelle sere estive).

La Luna e Antares saranno visibili per tutta la notte, tra Sud e Sud-Ovest.

Luna Antares 24 maggio
Congiunzione Luna-Antares la mattina del 24 maggio, a Sud-Ovest. Antares, la stella più luminosa della costellazione dello Scorpione, è facilmente individuabile, proprio sopra la Luna
(e sotto la scritta “Moon”). [Immagine presa da Stellarium Web]

I PIANETI

MERCURIO

Mercurio è un pianeta difficile da osservare, in quanto parte dei “pianeti interni”. Durante tutto il mese di maggio, non sarà visibile la sera, ma per ammirarlo bisognerà alzarsi qualche ora prima dell’alba (indicativamente verso le 5) e guardare ad Est, nelle prime luci del mattino, che potrebbero però renderne l’osservazione difficile.

Mercurio il 6 maggio
Mercurio la mattina del 6 maggio, poco prima dell’alba (e poco prima di tramontare), ad Est. [Immagine presa da Stellarium Web]

VENERE

Come Mercurio, anche Venere fa parte dei pianeti interni, ed è perciò difficile da osservare. Durante tutto il mese di maggio, Venere è praticamente inosservabile, dato che sorgerà poco prima dell’alba, e sarà dunque immerso nel chiarore delle luci mattutine.

Venere poco prima dell'alba il 1 maggio
Venere poco prima dell’alba il 1 maggio, ad Est. Purtroppo, essendo immerso nel chiarore delle prime luci mattutine, sarà estremamente difficile vederlo ad occhio nudo.
[Immagine presa da Stellarium Web]

MARTE

Durante il mese di maggio, Marte sarà visibile per qualche ora la mattina: i primi giorni sorgerà intorno alle 4:30, e pian piano anticiperà la sua entrata in scena, sorgendo sempre prima. Verso la fine del mese, Marte farà bella mostra di sé, sorgendo verso le 3:30.

Marte la mattina del 15 maggio 2024
Marte la mattina del 15 maggio, qualche ora prima dell’alba (e poco prima di tramontare), ad Est. [Immagine presa da Stellarium Web]

GIOVE

Il nostro gigante gassoso, invece, sarà un po’ più timido questo mese: la sua osservazione risulterà complicata, se non quasi impossibile.

I primi di maggio, infatti, tramonterà poco dopo il Sole, ad Ovest, ma l’apparente vicinanza con la nostra Stella ne occulterà quasi completamente la vista.

Verso la fine del mese, sorgerà a Est poco prima del Sole, ma, anche questa volta, le luci dell’alba potrebbero renderne difficile l’osservazione.

Per poterlo osservare nuovamente, bisognerà aspettare metà giugno.

Giove il 1 maggio
Giove al tramonto del 1 maggio, ad Ovest. Purtroppo, la luce del nostro Astro ne occulterà quasi completamente la vista. [Immagine presa da Stellarium Web]

SATURNO

Per tutto maggio, Saturno rimarrà visibile la mattina. Allo stesso modo di Marte, i primi di maggio anche Saturno sorgerà qualche ora prima dell’alba, e pian piano aumenterà la sua permanenza in cielo.

Verso la fine del mese, sorgerà ad Est, circa due ore dopo la mezzanotte.

Vale la pena ricordare che il 31 maggio Saturno sarà in congiunzione con la Luna. I due si potranno osservare sorgere verso le 2 di mattina, ad Est.

Saturno il 1 maggio
Saturno il 1 maggio ad Est, qualche ora prima dell’alba. [Immagine presa da Stellarium Web]

URANO

Urano è l’ultimo pianeta del Sistema solare ad essere visibile ad occhio nudo. La sua ritdotta visibilità ha fatto sì che spesso, in passato, venisse scambiato per una stella.

Durante il mese di maggio, sarà purtroppo praticamente inosservabile, dato che la sua vicinanza apparente col Sole ne impedirà l’osservazione.

Per potrelo osservare, bisognerà attendere la fine di giugno, o, ancora meglio, il mese di luglio.

Urano il 31 maggio
Urano il 31 maggio ad Est, poco prima dell’alba. Come si può vedere, il pianeta si trova molto vicino a Mercurio. La luce del nostro Astro nascente ne occulterà quasi completamente la vista. [Immagine presa da Stellarium Web]

NETTUNO

Ci avviamo verso le zone più remote del Sistema solare, dove incontriamo Nettuno che, insieme a Plutone, non è visibile ad occhio nudo. Se volete quindi provare ad osservare Nettuno, sarà necessario procurarsi un buon binocolo, o un telescopio. 

Durante il mese di maggio, Nettuno rimarrà visibile la mattina, qualche ora prima dell’alba. Sorgerà ad Est intorno alle 3:30, poco dopo Saturno.

Nettuno il 31 maggio
Nettuno il 31 maggio, ad Est/Sud-Est. (All’interno del puntatore). [Immagine presa da Stellarium Web]

PLUTONE

La IAU (International Astronomical Union), ha istituito nel giugno 2008 la classe dei Plutoidi. Abbiamo comunque ritenuto opportuno mantenere nella nostra rubrica Plutone, capostipite di questa nuova categoria di membri del Sistema solare.

Plutone è, come Nettuno, osservabile solamente con una buona attrezzatura. Quindi, se volete provare a osservarlo, sarà necessario avvalersi dell’aiuto di un buon telescopio. 

Durante il mese di maggio, Plutone rimarrà visibile per tutta la seconda metà della notte, a partire da poco dopo mezzanotte, sorgendo ad Est / Sud-Est.

Plutone il 31 maggio (dentro il puntatore).
Plutone il 31 maggio qualche ora dopo la mezzanotte (dentro il puntatore), a Sud-Est. [Immagine presa da Stellarium Web]

Per maggiori approfondimenti sul Cielo del Mese di Maggio, consultate il sito UAI – Cielo di Maggio.

Dal mese di maggio è disponibile anche il video del Cielo del Mese, in collaborazione con l’Omino delle Stelle! Se siete interessati e volete saperne di più, cliccate qua!

Silvia Polito
s.polito@uai.it

Tags:
Articolo precedente

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *